PERCORSO

Il percorso

Partenza come da tradizione dalla città sociale dove si trovano tutte le strutture della manifestazione,strada che sale in leggera salita fino a Recoaro Terme,poco meno di nove chilometri che serviranno come riscaldamento per la prima ascesa di giornata,3.6 km con una pendenza media del 6% che vi porterà velocemente ai 670 mt dello scollinamento sul passo Xon. Veloce picchiata su strada dal fondo perfetto fino a Valli del Pasubio,il percorso continuerà a scendere fino a Schio fino ad attraversare il centro della città,svolta a destra per Magrè e subito la seconda salita,breve ma intensa con i 2.7 km al 7.7%. Giunti a Monte Magrè si scenderà verso Cá Trenta per una discesa da poco completamente riasfaltata,molto veloce con alcune curve che andranno affrontate con la massima attenzione vista l'elevata velocità con cui si arriva. Appena finito di scendere si risalirà (brevemente) per poco più di tre minuti,1.1 km al 6.4% che nascondono però un pezzo al 14% a metà che potrà farsi sentire se affrontato con il rapporto troppo lungo...attenzione!! Nuova discesa sempre su asfalto rifatto da poco e nuova ascesa fino a Monte di Malo,attenzione,non fino al classico scollinamento ma,ad un km circa dalla cima,si girerà a sx e in leggera discesa ci si aggancerà alla veloce discesa dello scorso anno. Saranno 3 km al 5% senza particolari difficoltà. Il percorso di questa edizione,particolarmente movimentato e assolutamente divertente da affrontare non lascia tregua,giunti a Malo si svolterà a dx,un avvicinamento in falsopiano più 2.1 km al 5% vi porterà a Priabona e,altra novità,un mangia e bevi di 4 km più la classica ascesa a Faedo (già affrontata nel 2015),3.6 km al 7% con un inizio impegnativo al 12% per qualche centinaio di metri. Può considerarsi una salita completa da Malo a Faedo pur intervallata (con ampi margini di recupero) da tratti di ampio respiro. Chiude,dopo una breve discesa,un l'ultimo km abbastanza impegnativo (11% medio) la lunga ma velocissima prima parte. La successiva discesa su ottimo asfalto e strada larga (da affrontare con la massima cautela) vi porterà prima a Muzzolon e poi a Cornedo,attenzione che la forte pendenza negativa vi farà toccare velocità importanti,curve pericolose non ce ne sono ma è un tratto da non sottovalutare. Poco dopo (1 km) si troverà il bivio,qui si dividono i percorsi,il corto a dx ,il lungo a sx. Chi sceglierà la mediofondo respirerà un po' in attesa dell'ultima fatica di giornata. Qualche km di pianura fino alle porte di Valdagno dove ci sarà ad attendere i partecipanti l'arcigna scalata fino al Castello,2 km e 8.5% con punte del 14% che sistemeranno la classifica in maniera definitiva. Ultima picchiata,l'unica con i primi e unici 500 mt con asfalto non perfetto che troverete all'inizio e arrivo in leggera discesa con la classica volata sul ponte. 80 km e 1750 metri di dislivello,in totale sette brevi ascese non impegnative che vi faranno divertire!! Per chi avrà scelto il percorso lungo si troverà ad affrontare la classica scalata fino a Quargnenta (3.3 al 6.2%),poi un lungo falsopiano vi porterà prima a Selva e poi a Nogarole. Discesa abbastanza tecnica fino a Chiampo,tratto lungo il torrente omonimo fino a Crespadoro per alcuni km da percorrere risparmiando il più possibile le energie magari alimentandosi in vista della scalata fino a Campodalbero e poi Marana,passando per la famosa "trappola". La prima parte di 6.3 km al 5.4% andrà affrontata con un occhio di riguardo in quanto,giunti alla cabina elettrica poco prima del paese,la seconda parte della salita sarà alquanto impegnativa. Sarà la breve discesa tecnica o la prima rampa con punte al 21% il problema? 1.6 km al 10.6% medio saranno praticamente l'ultimo vero ostacolo da affrontare. Ricordo che l'ultima asperità di giornata verrà affrontata con più di 100 km già nelle gambe,massimo rispetto alla strada che qui non perdona se ci si chiede troppo (leggasi piede a terra...). Ultimissimo boccone di 500 mt dopo un falsopiano,tratto vallonato molto veloce che vi porterà ad affrontare la discesa verso Valdagno collegandosi a circa metà con il percorso corto. Attenzione,poco dopo il passaggio in Contrada Biceghi (dove troverete dei dossi rallenta traffico non pericolosi) ci sarà una curva verso sx che chiude sul finale,la velocità dovrà essere modulata in entrata altrimenti può diventare problematico il controllo della bici. Poco dopo ci sarà la riunione dei percorsi. 120 km e 2700 mt di dislivello per un percorso filante,suggestivo per il panorama ed in linea per la data scelta di metà maggio. Da parte dell'organizzazione la ricerca di strade poco trafficate ed in ottimo stato per quel che riguarda il fondo stradale,un percorso medio sicuramente racing e battagliero per la brevità delle salite scelte e molto veloce nonostante il dislivello di 1750 mt+. Il lungo vi farà scoprire zone poco battute ma ricche di fascino,la scalata verso Marana sarà il trampolino di lancio per il vincitore!!
Mediofondo 80Km
disl.1700mt
Granfondo 120Km
disl.2700mt